Uno sguardo al Sabato della Serie B:18° Giornata

0
484

Logo_Serie_B_2015Riepilogo 18esima giornata del campionato cadetto

La Serie B non si ferma mai e riparte dopo il turno infrasettimanale arrivando già alla 18esima giornata.
In questa giornata non ci sono anticipi, si parte Sabato alle 15 con ben otto gare in contemporanea.
Il fiore all’occhiello di questo Sabato è certamente il big match Livorno-Cagliari che, dopo la batosta rimediata in casa del Brescia e il mezzo passo falso in casa con il Como,sembra in netta ripresa e vuole continuare la sua marcia verso la promozione.
Negli altri campi il Vicenza riceve il Brescia,il Cesena va in casa della Pro Vercelli,la Ternana ospita il fanalino di coda Como,la Salernitana desiderosa di uscire dalle sabbie mobili della zona playout, affronta un match salvezza importantissimo con l’Ascoli anch’essi coinvolti nella bagarre per rimanere nella serie cadetta.
Particolarmente interessanti in ottica playoff sono le partite dell’Adriatico tra Pescara e Virtus,quella all’Artenio tra Avellino e Lanciano e quella tra lo Spezia di Marino e l’altalenante Latina.

Livorno-Cagliari 1-1:Termina 1 a 1 il big match della 18esima giornata di Serie B che rispetto ai pronostici,ha regalato pochi spunti e poco spettacolo.
Pronti via e regalo di Ceccherini che sbaglia il tocco all’indietro per Ricci,Sau ne approfitta,intercetta la palla e serve Farias che non sbaglia. Al 3°p.t il Cagliari passa in vantaggio.
Il Livorno accenna una timida reazione al goal con un paio di occasioni per Comi.A fine primo tempo Rastelli cambia uno spento Joao Pedro per l’escluso eccellente della formazione titolare ovvero Di Gennaro.
Anche seconda frazione si apre subito con un goal,punizione di vantaggiato che di destro fulmina Storari e porta i suoi ad un meritato pareggio.Partita sicuramente più vivace del primo tempo grandi occasioni da una parte e dall’altra, il Cagliari però va più volte vicino al goal con Melchiorri(che prende anche un palo),Farias e Fossati fallendo tutte le occasioni.

Pro Vercelli Cesena 2-0:Torna alla vittoria la Pro Vercelli che riesce a superare un Cesena a tratti irriconoscibile.
Sin da subito la squadra del “tenente” Foscarini parte forte,pressa alto creando non poche difficoltà alla retroguardia cesenate.
Al 10° p.t la Pro Vercelli passa in vantaggio con un tiro dalla distanza di Fausto Rossi che beffa Gomis(non del tutto esente da responsabilità).
La squadra di casa continua ad attaccare e guadagna un calcio di rigore causato da un intervento scomposto di Renzetti al 22esimo,trasformato da Di Roberto.
Il Cesena non pervenuto neanche nella ripresa,solo un’occasione goal per i romagnoli.

Pescara Virtus Entella 2-0: La squadra di Oddo vince e convince all’ Adriatico mettendo fine alla striscia di 12 risultati utili consecutivi dell’ Entella.
All’inizio la gara appare molto dura,giocata perlopiù su contrasti a centrocampo e sulle individualità(solo un paio di tiri nei primi 20 minuti).
Al 31° del p.t. la gara si accende con il palo dell’attaccante pescarese Cocco e il goal annullato nella stessa azione al bomber Lapadula.
Con soli 2 minuti di ritardo però esplode l’Adriatico al goal di Memushaj, bravo a prendere il tempo a Palermo e a battere di testa Iacobucci.
La partita poi si è incanalata in favore degli abruzzesi che segnano il definitivo 2 a 0 all’87° del s.t con il solito Lapadula.

Avellino-Lanciano 3-2: I campani vincono una partita incredibile,rimontando il risultato da 0-2 a 3-2 conquistando quindi i 3 punti a discapito del Lanciano.
Nella prima parte della gara meglio il Lanciano con l’Avellino che prova a colpire in contropiede.Poi una serie di occasioni in favore degli irpini che per due volte vanno vicino al goal con Trotta e una con Gavazzi, trovando però delle grandissime risposte da parte di Casadei.
L’episodio che cambia la partita avviene al 43° p.t: fallo di mano in area di rigore di Nitriansky,l’arbitro assegna un rigore in favore del Lanciano.Dal dischetto va Antonio Piccolo che non sbaglia spiazzando il portiere 0-1 Lanciano.
Il secondo tempo inizia subito con un episodio chiave viene espulso Aquilanti per doppia ammonizione al 2° s.t.
Tesser corre ai ripari,cambia Insigne per tavano ma al 5° minuto del s.t suicidio calcistico di Nica, che sbaglia un disimpegno, regalando di fatto il goal del 0 a 2 a Di Francesco.
Solamente 5 minuti dopo arriva il goal a favore dell’Avellino da parte di Arini con un destro violento dal limite dell’area. Poi per 30 minuti dominio assoluto dell’Avellino che però non riesce a trovare la porta con le conclusioni dei vari Castaldo,Trotta e Tavano.
Solo all’83esimo Tavano riesce a pareggiare la partita e all’87°a portarsi in vantaggio con un gran destro di Castaldo.

Salernitana-Ascoli 2-0:La Salernitana non fallisce questa occasione casalinga e aggancia in classifica il Vicenza e il Latina.
I campani provano sin da subito a sbloccare il match facendo la partita. L’Ascoli prova a difendersi e a ripartire in contropiede.
Al 26° p.t. Manolo Pestrin porta in vantaggio i suoi con un gran goal di esterno. Prova a rispondere l’Ascoli con qualche iniziativa di Petagna che non trovano successo.
Al 53° s.t la squadra di casa chiude i conti con il goal di Coda su assist di Bovo.

Spezia-Latina 2-1: Gli uomini di Di Carlo vincono e convincono nel match odierno contro un Latina troppo lento e prevedibile.
Sin dalle prime battute della gara solo Spezia in campo con le occasionissime di Nenè e Ciurra che non vanno in porto.
Al 27° p.t. L’ex attaccante del Cagliari Nenè purga gli ospiti con un tap-in su uno splendido cross di Ciurra.
A sorpresa, al tramonto della prima frazione, Dumitru pareggia i conti con un piatto destro. Nella seconda frazione arriva il secondo goal di Nenè, questa volta grazie ad un’iniziativa di Situm che di fatto, chiude il match e regala alla squadra di casa i meritati 3 punti.

Ternana-Como 4-0:Tutto semplice per la Ternana che batte 4-0 un Como sempre più a rischio retrocessione.
Inizio offensivo degli uomini di Breda, che creano ottime occasioni goal che culminano con la fantastica rete di Cesar Falletti. L’Uruguagio prende palla dalla tre quarti,supera gli uomini in “maglia bianca” come brilli, sganciando un tiro imparabile per il giovane Scuffet.
La Ternana dopo di che dilaga:al 39° p.t. goal di Avenatti che approfitta di un rimpallo favorevole,al 70° goal di Gondo e al 74° vi è la seconda rete stagionale di Palumbo su uno schema da calcio d’angolo.

Vicenza-Brescia 1-2:Un buon Brescia in formato da trasferta, batte a domicilio il Vicenza grazie alla doppietta dell’intramontabile Caracciolo.
Nella prima parte del primo tempo sembra esserci solo la squadra di Marino che ha delle buone occasioni ma che non riesce a finalizzare.
Al 20° una grandissima rete da vero “numero 9” di Andrea Caracciolo che,aggira il suo avversario insaccando la palla in rete.
Bastano altri 9 minuti per trovare il raddoppio e la doppietta personale:crosso teso di Kupisz,spizzata vincente dell’”airone” e partita in ghiaccio.
Neanche il tempo di iniziare il secondo tempo e il Vicenza trova il goal dell’1 a 2 grazie a Raicevic. La grande prova nella seconda frazione da parte degli uomini di Marino,con assalti respinti continuamente dalla difesa bresciana non bastano per rimontare.

Commenta

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here