Uccise con l’auto nostra connazionale in Usa: condannato a 42 anni di carcere

0
380

Sentenza molto severa nei confronti di Nathan Campbell, l’automobilista che investì e uccise il 3 agosto del 2013 la nostra connazionale Alice Gruppioni a Venice Beach, in California. Infatti i giudici di Los Angeles hanno condannato l’uomo a 42 anni di carcere. La donna si trovava in viaggio di nozze assieme al marito Christian Casadei, quando lo spacciatore statunitense la uccise. Alla base dell’esemplare verdetto il mancato reale pentimento per il crimine commesso.

Francesco Calderone

Commenta

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here