Sul grande schermo il 12 novembre “Gli ultimi saranno ultimi”. La situazione occupazionale italiana raccontata da Massimiliano Bruno

0
253

Arriva nelle sale il 12 novembre, con 01 Distribution, il film “Gli ultimi saranno ultimi” con la regia di Massimiliano Bruno, che ne firma anche la sceneggiatura insieme a Furio Andreotti, Gianni Corsi e Paola Cortellesi. La Cortellesi, protagonista della storia, interpreta il ruolo di Luciana Colacci, un’operaia che al nono mese di gravidanza viene licenziata, e che compierà un gesto estremo impugnando un’arma. Non si tratta di una commedia all’italiana, ma di un film che racconta quella che è la situazione occupazionale in Italia e le difficoltà che le famiglie si trovano ad affrontare. Al fianco di Paola Cortellesi, troviamo anche l’attore Alessandro Gassman, che interpreta il ruolo di Stefano, marito di Luciana Colacci. La storia narrata nel film rispecchia quello che oggi avviene nella maggior parte delle famiglie italiane. La grossa responsabilità che grava sulle loro spalle nel momento in cui decidono di mettere al mondo un figlio, e le difficoltà per mantenerlo. Il gesto che Luciana Colacci compie dopo il licenziamento dalla fabbrica in cui lavora, ovvero quello di impugnare la pistola, riprende la disperazione e il dramma delle tante famiglie che improvvisamente, si ritrovano senza una fonte di guadagno. E non tutti reagiscono allo stesso modo, e purtroppo le cronache nazionali ce lo confermano.

Commenta
Condividi
Articolo precedenteArriva Santa Claus in Puglia
Articolo successivoL’ennesima assurdità italiana. Inviato di La7 fermato a Napoli.
Ho 25 anni, giornalista pubblicista, e sono laureata in Scienze della Comunicazione. Ho scelto di studiare e scrivere a Taranto, dove vivo da sempre, nonostante la mia prima luce calabrese. Appassionata di web e informazione, ho intrapreso questo meraviglioso lavoro nel 2013. Ho scritto per il quotidiano Taranto Oggi, Periodico Vivavoce e Sostenitori delle Forze dell'Ordine. Per quest'ultimo ho trattato il caso giudiziario Cucchi con una intervista in esclusiva nazionale al comandante della Stazione Carabinieri di Roma Appia, ripresa successivamente dalle maggiori testate nazionali. Attualmente collaboro con il gruppo PugliaPress, firmando il quotidiano, il settimanale e La Voce del Popolo, storico giornale di Taranto. Ho fondato il blog Tarantini Time, firmo anche il Corriere di Taranto e gestisco il portale Forze Armate News al quale sono legata per le stellette che ho indossato a 19 anni, occupandomi di cronaca e sicurezza. I miei settori di pertinenza sono la cronaca nera, giudiziaria e sindacale. Mi occupo volentieri di politica e di inchieste di vario tipo. Se la gente mi stima e mi vuol bene perché scrivo la verità, ne sono felice. Se invece per questo stesso motivo mi odia, bè... là ho vinto. Per contatti elena.riccita@gmail.com o tramite social network

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here