Per Cassano ultima occasione per un mondiale

0
96

Repubblica – Si parla di scelte. A partire da quella che ha visto ritornare in azzurro Cassano: “Come in un primo giorno di scuola, c’è grandissima attenzione e voglia di mettermi in difficoltà. Antonio quest’anno si è rimesso in gioco e ha vinto, probabilmente si è reso conto che quest’anno aveva l’ultima grande occasione a livello professionale”. Tra i 30 c’è anche Giuseppe Rossi, reduce da una stagione condizionata da un lungo stop per un infortunio al ginocchio. “E’ un talento, un giocatore di qualità straordinaria. E’ uno dei calciatori più importanti nel panorama italiano, ha lavorato tantissimo per essere pronto e il suo carattere può essere un esempio per tutti. Ci auguriamo di vedere risposte sul campo in questi 10 giorni, ma lui ha già vinto. Non voglio mettergli troppa pressione, è uno dei 30 e vogliamo capire se la sua condizione migliora”, aggiunge.
Per arrivare ai 23 convocati definitivi, “prenderemo in considerazione l’aspetto fisico e la capacità di recupero. Dovremo trasmettere la nostra idea di gioco in questi giorni e faremo scelte ben precise in base alla nostra proposta. Qualcuno si è stupito per la mancata convocazione di Gilardino. In attacco manovriamo in maniera diversa e questo può essere un messaggio per i 7 attaccanti che sono qui”.

“Cassano sa che è l’ultima chance. Si è rimesso in gioco, ha azzerato tutto, ha capito che questa è la sua grande occasione”. Cesare Prandelli, ct della Nazionale, si esprime così su Antonio Cassano dopo il primo allenamento nel ritiro azzurro di Coverciano.”Tutti, non solo Cassano, devono capire che possono incidere 5, 10 o 80′ – ha aggiunto – ma dobbiamo mettere al centro il noi non l’io, altrimenti saranno problemi”. Prandelli ribadisce che in questa nazionale non c’è spazio per il protagonismo e che “Tutti i 23 devono essere delle risorse per noi: devono avere la consapevolezza di poter essere decisivi anche in pochi minuti”.

Tra i 30 pre-convocati, riflettori puntati anche su Giuseppe Rossi. L’attaccante della Fiorentina è stato descritto dal ct come “Un talento, un giocatore di una qualità straordinaria. La sua determinazione, la sua volontà di fare mille sacrifici (è reduce da un infortunio al ginocchio) per essere qui e’ la dimostrazione che anche i campioni devono mettere carattere in quello che fanno e puo’ essere un riferimento per tutto il gruppo”.  Il ct si è inoltre scusato per la sua battuta infelice su Criscito. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cesare-prandelli-per-Cassano-ultima-occasione-9bb5514b-b7a8-4b07-9362-2ad13c44e351.html#sthash.7vPcOYUi.dpu

“Cassano sa che è l’ultima chance. Si è rimesso in gioco, ha azzerato tutto, ha capito che questa è la sua grande occasione”. Cesare Prandelli, ct della Nazionale, si esprime così su Antonio Cassano dopo il primo allenamento nel ritiro azzurro di Coverciano.”Tutti, non solo Cassano, devono capire che possono incidere 5, 10 o 80′ – ha aggiunto – ma dobbiamo mettere al centro il noi non l’io, altrimenti saranno problemi”. Prandelli ribadisce che in questa nazionale non c’è spazio per il protagonismo e che “Tutti i 23 devono essere delle risorse per noi: devono avere la consapevolezza di poter essere decisivi anche in pochi minuti”.

Tra i 30 pre-convocati, riflettori puntati anche su Giuseppe Rossi. L’attaccante della Fiorentina è stato descritto dal ct come “Un talento, un giocatore di una qualità straordinaria. La sua determinazione, la sua volontà di fare mille sacrifici (è reduce da un infortunio al ginocchio) per essere qui e’ la dimostrazione che anche i campioni devono mettere carattere in quello che fanno e puo’ essere un riferimento per tutto il gruppo”.  Il ct si è inoltre scusato per la sua battuta infelice su Criscito. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cesare-prandelli-per-Cassano-ultima-occasione-9bb5514b-b7a8-4b07-9362-2ad13c44e351.html#sthash.7vPcOYUi.dpuf

Commenta

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here