Mondo della notte – “Concedetemi un piccolo sfogo”, le parole shock di un dj.

1
169

Vi riportiamo le parole che un dj veterano ha scritto sulla propria pagina facebook stamane:

Concedetemi un piccolo sfogo.
Sono 8 anni che sono parte ormai del mondo della notte, della discoteca. Quando ho iniziato ero poco più di un bambino.
Voglio svelarvi un segreto: non è tutto oro quel che luccica. E’ un mondo dove per far suonare le casse (e non quelle dell’impianto) si concede il libero uso di droga nel club stesso, è un mondo dove se non hai i soldi per permetterti l’ultimo abito firmato del cazzo, il privè per sbocciare con i soci bomber e 4 cagne sei out e tagliato fuori dalla misera scena dei “popolari”. Se non porti persone al locale improvvisamente non sei degno neanche di saluto. E’ un mondo dove viene fatta leva sulle tue passioni per trarne lucro, un mondo di opportunismo, estrema falsità, calunnie e ridicole guerre. Impari dopo anni che nella discoteca non esistono amici, a meno che un legame non nasca per una passione, un ideale comune che abbia principi sani o altri motivi. Nella discoteca non vi è meritocrazia: dei ragazzi o delle ragazze che materialmente servono di più a far guadagnare vengono messi avanti a chi invece ha talento. In questo modo chi merita non và avanti, chi non è ancora pronto per determinate esperienze brucia inconsapevolmente altre occasioni importanti, rimandendo quindi sempre al servizio dalle solite persone per riempire le loro tasche.
Ho avuto voglia e ho tutt’ora voglia di mandare tutto a quel paese e di lasciarvi crollare tutti nel vostro squallore. Ma non lo faccio. Non lo faccio perché la mia passione non è la discoteca. La mie passioni sono la musica, i sorrisi , la gente che anche per poche ore manda a quel paese tutti i problemi e le angosce della vita, la gente che urla , salta e si abbraccia. Non lo faccio perché non sono una persona che si arrende facilmente e credo che ancora ci sia qualche speranza di cambiare le carte in gioco, non solo nella mia città. Staremo a vedere.

P.S. La “discoteca”, quella vera , è fatta di persone che mettono il cuore in quello che fanno , non di sfruttatori che hanno come unico scopo quello di riempire i loro portafogli. Se questo tipo di gente vi inizia a spaventare dopo anni che avete agito con questa politica buttare merda è inutile , ma siete comunque liberi di farlo: ciò che fate o non fate non mi rispecchia e non mi interessa. Più che altro penso sia necessario che voi conosciate tre paroline che in tanto tempo non avete mai imparato quali rispetto, umiltà e
onestà.

 

valente

Commenta
Condividi
Articolo precedenteFate largo, in Giappone, arrivano i Turtle Taxi.
Articolo successivoMaltempo, forte grandinata e strade allagate. Ingenti danni nel Brindisino
Caporedattore del Gruppo PugliaPress. Fiondato nella comunicazione 2.0 dal lontano 2005. Alcune inchieste giornalistiche sono state trattate da "La Vita in Diretta" e "Le Iene". Ha collaborato con tv pugliesi : "TBM", "BlustarTv", "Telerema" Scrive per il settimanale pugliese più diffuso "Settimanale PugliaPress" e per il giornale storico di Taranto "La Voce del Popolo" Ha collaborato con il settimanale nazionale "ORA" occupandosi di spettacolo, gossip, e cronaca. contact : coriglianopress@gmail.com

1 COMMENT

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here