L’ennesima assurdità italiana. Inviato di La7 fermato a Napoli.

0
186

L’uso o abuso di potere da parte di personaggi di rilievo, è all’ordine del giorno. Eppure determinate vicende fortunatamente ancora spiazzano l’opinione pubblica. Fortunatamente, perché lo sgomento è sinonimo di resistente interesse alle informazioni che ci corrono accanto oppure un po’ più in la, in quel grande cerchio chiamato Mondo. Antonino Monteleone, giornalista di Piazzapulita, è stato bloccato in stato di fermo giudiziario al commissariato di Napoli. Una domanda sorge spontanea: Di quale reato si sarà mai macchiato il giovane inviato di La7 tanto da essere trattato come un delinquente? Prima di essere fermato stava rivolgendo alcune domande alla giudice coinvolta nella vicenda giudiziaria del governatore campano De Luca. “ Nei corridoi del tribunale la Scognamiglio avrebbe chiesto l’intervento di alcune persone in divisa, che è emerso essere della Guardia Costiera e Monteleone è stato portato in commissariato senza alcuna contestazione “ – racconta Corrado Formigli (giornalista e conduttore del programma televisivo Piazzapulita su La7). Il rilascio del giornalista è avvenuto dopo più di 4 ore. Lo hanno rilasciato senza il telefonino non cui aveva ripreso l’intervista e sequestrato tutto il materiale raccolto per il servizio.
Le verità scomode fanno rumore. Un rumore che è necessario mettere a tacere.
L’ennesima assurdità tutta italiana.

Elena D’Ettorre

Commenta

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here