Expo 2015 al via, tutto pronto per il taglio del nastro. Protestano i No-Expo

0
159
foto: tgcom24

Un avvio senza problemi quello dell’Esposizione universale di Milano dal tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”, a 109 anni dall’ultima edizione, che in città ha lasciato come eredità il parco Sempione. Primi arrivi e deflusso regolare per le persone accreditate al sito Expo di Rho Pero, che apre ufficialmente i battenti. I cancelli si sono aperti alle ore 10.00 per l’accesso dei visitatori, la cerimonia di inaugurazione è, invece, fissata per mezzogiorno all’Open Air Theatre. A fare gli onori di casa ci saranno il Premier Matteo Renzi e il commissario Giuseppe Sala.  Tra i ministri: Orlando, Gentiloni, Franceschini e Martina che ha la delega all’Expo. Tra i rappresentanti stranieri: il presidente del Gabonbn Ali Bongo Ondimba e i ministri francesi Stéphane Le Foll (Agricoltura – portavoce del governo), Laurent Fabius (Esteri), Ségolène Royal (Ecologia ed ex di Hollande). Il presidente francese, invece, visiterà Expo il 21 giugno. A seguire l’inaugurazione anche Papa Francesco, collegato in diretta, anche perché la Santa Sede è presente ufficialmente ad Expo come Paese espositore.

<<Sarà una grande festa, mi aspetto che la gente sia attratta dalla bellezza senza perdersi in piccoli dettagli, in poche cose da mettere in ordine>> così il  che alla possibile protesta dei No-Expo di questo pomeriggio, rassicura: <<Prefettura e questura hanno fatto un lavoro straordinario. Prefetto e questore stanno facendo moltissimo>>.

Molto emozionata e diretta al padiglione Giappone la prima visitatrice. Arriva da Como e si chiama Marilena Basciani, ha acquistato il biglietto una settimana fa nella sua città.

Presente all’Expo anche il Nepal. Recentemente colpito da un forte sisma, potrebbe risollevarsi con il turismo, come auspica il commissario del padiglione, Amit Ratnasahkya, che oggi ha invitato gli italiani a visitare il Paese <<quando la situazione si sarà risolta>>.

Controllati  a distanza dalle forze dell’ordine, sono una trentina e gridano “no Expo, no Expo”, i giovani antagonisti del centro sociale Fornace e del Movimento No-Expo May Day, il corteo che si terrà oggi pomeriggio a Milano. Stanno manifestando pacificamente davanti ai tornelli dell’ingresso Fiorenza, all’esterno dell’Expo, mostrando uno striscione sul quale campeggia la scritta “Il belpaese delle opportunità, un Expo di mafia cemento e precarietà”. E nella notte il gruppo Anonymous ha tentato di bloccare il sito web di Expo per la vendita dei biglietti.

© ULTIMISSIME

foto: tgcom24
foto: tgcom24

EXPO 1

foto ansa
foto: ansa
foto tgcom24
foto: tgcom24

 

Commenta

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here